Nove, città della ceramica

LA CERAMICA DI BASSANO NASCE A NOVE

Tra Marostica e Bassano, sulle sponde del fiume Brenta, nasce Nove.

Nove è un piccolo paese con un'altissima concentrazione di artisti e artigiani che sanno fare veramente bene una cosa: lavorare la ceramica.  

È un paese timido ma che ha viaggiato parecchio: dal 1600 le creazioni nate dai suoi artigiani sono arrivate in tutto il mondo e in tutte le corti di re, regine, aristocratici. Si trovano nei musei, nelle credenze della nonna, nei piatti d'osteria e nei servizi delle ville. 

La ceramica, si sa, è definita un'arte povera ma come diceva Gabriele D'Annunzio "il ricco mangia sulla porcellana, il signore sulla ceramica". 

COSA COMPRARE O VISITARE A NOVE

  • Il laboratorio del ceramista Alessio Tasca in una fornace seicentesca in cui si respira armonia e la storia della città di Nove, il negozio del figlio Vittore (chiedete di mostrarvi la chiesetta a lato, i cui interni sono di ceramiche azzurre e verdi, piccola ma bella da riempire il cuore).
  • L'atelier di Vania Sartori e del padre. Non potrete fare a meno di comprare dei piatti. 
  • L'antica Fabbrica Angelibon, una delle più antiche di Nove, già attiva dal XVI secolo. Qui troverete lo spaccio aperto in orario di fabbrica e non potrete non prendere qualche bel piatto a foglia, qualche terrina o piatto da fare invidia a qualsiasi food blogger americano.
  • Visitare il mulino e la fabbrica Antonibon Barettoni Bortoli, fatevi ammaliare dal cigolio della macina
  • Comprate una caraffa Regalina di Antonio Bonaldi, noi a Ca' de Memi ne abbiamo un paio: caraffe a forma di gallina, non ce n'è una di uguale all'altra!
  • Andate a fotografare la varia e abbondante collezione di cuchi, circa 1300 pezzi, presso il Museo della Ceramica di Nove. Ammirate specialmente i cuchi di Federico Bonaldi, fischietti ironici ed irriverenti. 

Il vostro tour della ceramica può proseguire verso Bassano del Grappa, a Palazzo Sturm, sede del Museo della Ceramica G. Roi con esposizioni di maioliche, piastrelle, ceramiche e porcellane Antonibon e Cozzi, ceramiche eclettiche ed esempi di ceramiche popolari di Nove e Bassano.

QUANDO VISITARE NOVE?

Per gli orari, indirizzi e informazioni potete consultare questi link oppure chiedere direttamente a noi: a Ca' de Memi siamo dei veri appassionati di ceramica e siamo felici di aiutarvi per pianificare la vostra visita. Il periodo migliore per visitare Nove sono le prime due settimane di settembre durante le quali si svolge la Festa della Ceramica e il weekend dei Portoni Aperti. 

LINK UTILI


Il contenuto sottostante riguarda l'anno precedente: ogni anno la festa dei portoni aperti si ripete, leggetelo come guida generale 😁 in attesa del programma 2017

NOVE PORTONI APERTI 2016 - FESTA DELLA CERAMICA DAL 5 AL 19 SETTEMBRE

Diciannovesima edizione per la manifestazione che promuove la ceramica artistica. A settembre,
15 giorni ricchi di eventi fra mostre, laboratori, incontri, proiezioni e l’atteso appuntamento con
Portoni Aperti

Anche quest’anno, l’arte ceramica verrà approfondita attraverso mostre e workshop: non perdete gli spazi dell’antico Mulino Antonibon Barettoni Bortoli con un'esposizione sul dialogo tra ceramica e carta, il Museo della Ceramica e Sala De Fabris dedicata alla creatività artigiana al femminile attraverso più di 60 opere provenienti da 5 stati europei.

Confermati inoltre il Ceramica Videoart Film Festival – con tre proiezioni nei lunedì dal 5 al 19
settembre – e il ciclo di incontri con i ceramisti, che approfondiranno i temi legati al contesto
storico-culturale in cui è fiorita la produzione ceramica. 

Pancia, beneficenza e ceramica

Non dimenticate di acquistare la Ciotola Cuore di Nove: ogni anno vengono realizzate 999 ciotole dipinte a mano da artisti della ceramica di tutto il paese. Assieme alla ciotola vi verrà servito un piatto di risotto con il riso del Presidio Slow food di Grumolo delle Abbadesse e un bicchiere di vino. Le ciotoline sono bellissime da usare per servire in tavola creme, marmellate e mostarde!

BICI, MUSICA E WORKSHOP

Musica e teatro di strada animeranno il weekend dei Portoni Aperti e domenica 11 settembre ci sarà anche la possibilità di noleggiare bici ed E-bike per raggiungere le mostre e i laboratori più lontani dal centro.
Da salvare a calendario invece la serata con il collettivo Sbittarte (9 settembre) e Social Table (16 settembre) presso Le Nove Hotel & Restaurant: workshop di ceramica e cene a tema con i produttori della zona. 

LINK UTILI:

GUARDA LE FOTO DELLE SCORSE EDIZIONI:

Foto della Gallery dal sito della Festa della Ceramica. 


ALTRI ITINERARI